Spalletti:

Spalletti: "Rinnoveremo il gruppo con elementi di qualità. Stiamo lavorando per un Napoli sempre più competitivo"

Notizie | 21/05/2022

"Sarà un Napoli rinnovato ma sempre competitivo". Luciano Spalletti parla alla vigilia del match con lo Spezia, ma il discorso principale verte sul futuro e sulla prossima stagione"

"Dobbiamo avere la capacità di rinnovarci, perché questo gruppo in alcuni elementi è a fine ciclo ed alcuni sono in scadenza di contratto. Ma dobbiamo restare competitivi anche perché l’anno prossimo si aggiungeranno altre squadre per la lotta al vertice".

Per la permanenza di Koulibaly si incatenerebbe ancora?

Anche l’anno scorso si parlava della possibilità di alcune cessioni e poi invece non è successo. Koulibaly per me è un incedibile perché è un calciatore che sa essere importante in campo e in ogni situazione sa diventare un gigante. Se vogliamo fare un altro campionato importante, un leader come lui è fondamentale.

"Sul mercato abbiamo un rapporto diretto con i dirigenti e la Società. Ho piena fiducia nel Club e nelle persone che sono al mio fianco. E’ chiaro che avremo bisogno di integrazioni di qualità per sopperire ad eventuali partenze. Ci vuole adattamento ma anche tanta qualità da mettere sul piatto per tenere botta a colossi quali Inter. Milan e Juventus".

"Certamente se parte Ghoulam, un terzino sinistro lo prenderemo certamente, perché Mario Rui ha giocato alla grande come gestione delle energia, ma avrà bisogno anche di un omologo nel ruolo la prossima stagione". 

A proposito di Faouzi, domani sarà capitano e giocherà dall’inizio mentre Insigne non partirà titolare

"Ritengo che non sarà un mercato ricco di colpi, ci sarà molto da lavorare sui contratti, ma non sono discorsi che riguardano me. Qui c’è Giuntoli e uno staff di osservatori di altissimo livello in cui ripongo stima e fiducia pienamente. Intanto abbiamo già preso Kvaratskhelia che è un innesto importante nella zona dove agisce Insigne"

Ha trovato similitudini tra Totti e Insigne?

Sono due giocatori fenomenali, per cui i bambini sognano di diventare calciatori. Sono quei campioni che cancellano tutto quello che un allenatore scrive alla lavagna con un colpo di classe che cambia la partita. Lorenzo è stato un esempio e credo che avrà nostalgia di Napoli e del calore di questo ambiente che ti avvolge di passione quotidianamente

Su Mertens: “E’ un leader dello spogliatoio e quando mi è stato chiesto un parere dal Presidente, io ho detto che Dries può benissimo rimanere qui. E' un cecchino formidabile, quando arriva al tiro fa quasi sempre centro, un vero fenomeno nel capire sempre dove colpire”

Ci saranno novità nello  staff tecnico? 

"Baldini ha deciso di prendersi un po' di tempo per avere più spazio per la sua famiglia e ha deciso di fermarsi. Valuteremo se sostituirlo nei prossimi giorni".

Un bilancio della stagione: 

"Sicuramente siamo amareggiati per non aver lottato per lo scudetto fino alla fine. Probabilmente lo avremmo meritato per il gioco espresso in molte fasi del campionato. Io ho spinto a manetta sulla psicologia del gruppo, proprio perchè ci credevamo tutti. poi è chiaro che ci sono anche gli avversari. Resta la soddisfazione per aver centrato l'obiettivo della Champions, così come resta la volontà di tornare a lottare per il vertice in futuro"

"Personalmente posso dire che nell'ultimo decennio ho raggiunto 9 volte la qualificazione in Champions e credo sia un ottimo bilancio"