Benitez:

Benitez: "A Napoli ho vissuto due anni splendidi"

Notizie | 28/05/2015

Il saluto del tecnico: ringrazio De Laurentiis e i tifosi, porterò sempre questa meravigliosa città nel mio cuore

A Napoli ho vissuto due anni splendidi. Il mio ciclo finirà domenica e spero di chiudere con un successo importante nel match contro la Lazio”. Rafa Benitez saluta Napoli ed Aurelio De Laurentiis nella conferenza congiunta con il Presidente azzurro a Castelvolturno.

Dirsi addio è sempre triste, Napoli ha rappresentato una esperienza importante e bellissima. Porterò sempre nel cuore questa città ed i tifosi. Ringrazio Aurelio e la Società per avermi dato questa grande opportunità e per avermi aiutato tantissimo in queste due stagioni”.

“Ci sono stati momenti più o meno positivi, come accade nel calcio, ma abbiamo vinto due trofei ed abbiamo raggiunto la semifinale di Coppa Uefa. E’ il punto più alto toccato dal Napoli degli ultimi 26 anni e sono sicuro che con il lavoro di De Laurentiis e di tutta la Società questa squadra otterrà successi ancor più prestigiosi”.


“A Napoli sono stato splendidamente, i tifosi mi hanno sostenuto, la gente mi ha dato grandissimo affetto ed ancora oggi lo sento addosso. Vado via soprattutto per l’esigenza di stare con la mia famiglia, questa è stata la chiave della mia decisione ed il Presidente sapeva della mia scelta. Ma prima di tutto oggi penso al match di domenica con la Lazio perché può coronare queste due stagioni con un risultato importantissimo e l’ingresso in Champions”.
 
Ha qualche rimpianto? “Il calcio è fatto di successi e anche di rimpianti. Certamente siamo stati ad un passo dalla finale di Coppa uefa e non ci siamo arrivati per episodi sfavorevoli arbitrali e occasioni da gol mancate. Ma fa perte del gioco. Ma abbiamo raggiunto traguardi importanti e vincere non significa solo ottenere successi ma anche crescita individuale e della rosa. Abbiamo ottentuo il record di punti e gol della storia del Napoli e possiamo ancora bissare il primato di gol fatti domenica, cercando di battere la Lazio per la partita più importante della stagione
 
Poi una dedica ai napoletani: “Sono triste perché qui sono stato accolto in maniera fantastica. Ringrazio tutti, amerò sempre Napoli, la gente e le sue bellezze. Andrò via portando con me ricordi splendidi. Grazie ancora a tutti e sono certo che questa squadra e questo Club raggiungeranno i successi ed i traguardi che meritano perché Napoli è una città speciale”.

 

UltimeNews

Notizie | 16/12/2018

Napoli, martedì la ripresa degli allenamenti

Gli azzurriverso il match contro la Spal al San Paolo

Notizie | 16/12/2018

Cagliari-Napoli 0-1

Milik match winner. Successo azzurro all'ultimo respiro